SERVIZI SEO PER AZIENDE B2B CHE VOGLIONO FARSI TROVARE DA NUOVI CLIENTI
linkedin_ads

Le ADS di Linkedin valgono quello che costano? La guida completa alla pubblicità su Linkedin

Search Marketing Design

Le ADS di Linkedin valgono quello che costano? La guida completa alla pubblicità su Linkedin

Tempo di lettura: 7 minuti
  1. Perché considerare gli annunci su LinkedIn?
  2. Gli annunci LinkedIn si adattano al tuo modello business?
  3. Quanto costano gli annunci su LinkedIn?
  4. Qual è il formato migliore per il tuo pubblico su Linkedin?
  5. Termini e metriche degli annunci Linkedin da conoscere
  6. Quindi, vale davvero la pena pagare per gli annunci LinkedIn?

Se stai leggendo questo articolo probabilmente è perché stai cercando di generare più contatti, guidare il traffico del sito web e costruire una brand awareness per la tua azienda e hai letto o sentito che la pubblicità su Linkedin è un ottimo punto di partenza.

Linkedin negli anni è cambiato e ha cambiato il legame tra lavoro e social media, specialmente in ambito B2B. La piattaforma ha ampliato la sua base di utenti e l’engagement di persone di spicco in molti settori commerciali, ponendo maggiore attenzione alle dinamiche legate alla pubblicità

Linkedin offre molte possibilità nella sponsorizzazione, ma i suoi prezzi sono molto più alti in confronto ad altri social media. La domanda sorge spontanea: vale davvero la pena pagare così tanto per gli annunci su Linkedin?

La vera risposta è: dipende…
In questo articolo vedremo in base a cosa dipende e se per te e la tua azienda può avere senso investire sulle Linkedin ADS.

Per prima cosa dovresti chiederti esattamente cosa la tua azienda cerca di ottenere dalla pubblicità su Linkedin.

1. Perché considerare gli annunci su LinkedIn?

Attualmente si contano 675 milioni di utenti attivi su Linkedin: moltissimi professionisti di tanti settori in tutto il mondo. Con un pool di prospect di queste dimensioni, la pubblicità Linkedin può diventare rapidamente un vero e proprio generatore di lead.

Cosa significa questo per il tuo business?
Significa avere l’opportunità di coinvolgere e targhettizzare i lead in modo chirurgico (in base ai loro titoli di lavoro, alle loro competenze, all’anzianità, al nome dell’azienda, all’industria e tanto altro ancora). Hai la possibilità di entrare direttamente in contatto con i decisori e con gli influenzatori per convincerli ad acquistare il tuo prodotto / servizio. Le Linkedin ADS potrebbero essere la chiave di volta per aumentare flusso di entrate della tua azienda.

Tuttavia, prima di tuffarsi, è essenziale rispondere a una domanda: “Il mio target di riferimento si muove su Linkedin?”

Cerchiamo di rispondere tenendo presente che ci sono tipicamente due ragioni per cui i professionisti sono attratti dalla piattaforma Linkedin:

  • L’avanzamento di carriera e sviluppo professionale (farsi vedere e conoscere da membri di spicco della propria o di altre aziende)
  • L’utilizzo commerciale (attivi nella ricerca di lead e/o nella richiesta di preventivi in uno specifico settore) 

Se il prodotto / servizio offerto dalla tua azienda incontra in qualche modo quello che il pubblico attivo su Linkedin sta cercando, gli annunci su Linkedin potrebbero davvero essere una buona soluzione.

2. Gli annunci LinkedIn si adattano al tuo modello business?

Quando fai pubblicità su Linkedin ricorda che i lead che vai a targhettizzare potrebbero non essere “pronti all’acquisto”. Con questo intendo dire che non sono necessariamente alla ricerca del vostro prodotto o servizio in quel momento, ma possono essere interessati ad esso una volta educati attraverso i contenuti sponsorizzati della tua azienda (articoli, video, infografica, ecc.).

Con gli annunci Linkedin, ti rivolgi agli utenti nella speranza che a) siano interessati a ciò che avete da offrire (e ad avere una conversazione con voi), b) siano già alla ricerca di un prodotto analogo a quello offerto dalla tua azienda.

Ci sono due principali modalità di investire sulle Linkedin ADS:

  • Parole chiave della barra di ricerca (quando un utente ricerca una parola contenente il servizio offerto dalla tua azienda gli viene mostrato l’annuncio)
  • Ci si inserisce nella newsfeed di un membro di Linkedin (scelto in base alla targhetizzazione) senza bisogno che quest’ultimo effettui ricerche specifiche.

Questo ci porta alla prossima importante domanda: il prodotto o servizio offerto dalla tua azienda può sostenere il ciclo di vendita più lungo e più attento dato dalle esigenze di nurturing che caratterizzano gli annunci di Linkedin?

Sulla base di un elevato costo per click per gli annunci di Linkedin, le aziende più piccole o dai margini più ridotti potrebbero avere alcune difficoltà a vedere un ritorno positivo dell’investimento nel breve periodo. Più in generale, è necessaria un’accurata analisi costi/benefici, prima di iniziare la vera e propria pianificazione nel fissaggio e nella gestione del budget riservato agli annunci su LinkedIn.

3. Quanto costano gli annunci su LinkedIn?

La risposta a questa domanda varia in base alle esigenze e al caso specifico, quello che ti posso dire è che la piattaforma di Linkedin offre molte possibilità (per tutte le tasche) ma per vedere un effettivo ritorno sull’investimento in termini di vendite si rivela spesso necessario spendere di più. Per questo gli annunci Linkedin in generale si adattano meglio alle aziende con un budget relativamente elevato che operano nel B2B

Negli annunci di Linkedin, ci sono tre fattori che influenzano i costi:

  • Il pubblico target: con Linkedin si ha davvero la possibilità di restringere il campo a poche migliaia (o centinaia) di persone ad alta probabilità di conversione. In questo caso ci si imbatte però nel problema di rivolgersi a un pubblico di riferimento con una domanda elevata da parte delle aziende del settore che fanno ADS su Linkedin. Una maggiore domanda equivale a un costo più elevato, in base al valore che Linkedin assegna a quel pubblico e alla quantità di concorrenza.
  • Bid (asta): durante il processo d’asta si imposta un massimale e se ci si aggiudica lo spazio pubblicitario si paga solo $0,01 in più rispetto all’offerta del concorrente.
    In pratica: se il vostro concorrente è disposto a pagare $2,50 per un click e voi siete disposti a pagare $3,00, vincerete l’asta e Linkedin vi addebiterà solo $2,51 per il click.
  • Punteggio di rilevanza dell’annuncio: l’alta rilevanza di un annuncio è tipicamente premiata sulla piattaforma LinkedIn con un costo per click più basso.
    In pratica: se il contenuto del tuo annuncio è utile e di qualità per il pubblico, fattore determinato dal numero di click e dall’engagement complessivo che l’annuncio ottiene (like, commenti, share), Linkedin mostrerà il tuo annuncio a un pubblico più ampio, facendoti risparmiare budget.
    Se invece l’annuncio non genera click o engagement, Linkedin mostrerà molto meno il tuo annuncio a parità di budget. 

Se vuoi farti strada nella concorrenza su Linkedin, la mia raccomandazione generale è di iniziare con un budget di spesa mensile tra i 2.000 e i 5.000 euro mensili.

Un budget di queste dimensioni consentirà una spesa giornaliera compresa tra i 60 e i 150 euro, che in genere fornisce dati sufficienti a determinare il successo dei tuoi annunci e ti consente una una scalabilità più rapida.

4. Qual è il formato migliore per il tuo pubblico su Linkedin?

Uno dei migliori attributi degli annunci Linkedin è la varietà di tipi di annunci disponibili.
Ecco alcuni esempi e caratteristiche salienti di annunci disponibili su Linkedin:

Annunci testuali
Questi appaiono su pagine importanti all’interno di Linkedin, come le pagine del profilo dei membri di Linkedin, le homepage, i risultati della ricerca e le pagine di gruppo.

Annunci testuali Linkedin

Contenuti sponsorizzati
Questi vengono visualizzati in modo nativo all’interno del news feed di un membro di LinkedIn.

Contenuti sponsorizzati Linkedin

Messaggi sponsorizzati InMail
Si tratta di messaggi che vengono inviati direttamente ai membri di Linkedin da te targettizzati sulla loro casella di posta elettronica quando sono attivi sulla piattaforma.

Messaggi sponsorizzati InMail Linkedin

Annunci video
Molto simili ai contenuti sponsorizzati, tranne che per il fatto che i membri di Linkedin sono più attirati da un video (piuttosto che con immagini statiche) sulla loro news feed, sia sul desktop che sul cellulare.

Annunci video Linkedin

5. Termini e metriche degli annunci Linkedin da conoscere

Le metriche sono i KPI (Key Performance Indicators) che ti permettono di ottenere un’ulteriore conferma per capire se gli annunci su Linkedin sono la soluzione giusta per la tua azienda.

Queste sono le tre metriche principali per determinare il successo dei tuoi annunci su Linkedin:

1) Il click-through rate (CTR) indica quanti sono gli utenti interessati ai vostri annunci. Un CTR più alto indica un pubblico interessato, mentre un CTR basso indica che per qualche motivo non hai raggiunto l’interesse del tuo pubblico. 

2) Il tasso di conversione mostra quanti membri del tuo pubblico hanno effettivamente intrapreso l’azione desiderata (acquisto, iscrizione alla newsletter, ecc.): è un indicatore molto eloquente del successo della tua campagna su Linkedin.

3) Il costo per acquisizione (CPA) vi mostra, a parità di spesa ed effettive conversioni, quanto è costato in media ottenere ogni conversione. Sulla base di questo dato potere valutare l’efficacia della vostra strategia in base al budget stabilito.

Come ogni piattaforma, Linkedin ha un limite minimo di budget per le inserzioni che tutti gli inserzionisti devono spendere:

  • $ 10 di budget giornaliero minimo per campagna
  • $ 10 di budget totale minimo per campagna (una funzione opzionale per i contenuti sponsorizzati)
  • $ 2 di offerta per CPC o CPM su campagne di annunci di testo

6. Quindi, vale davvero la pena pagare per gli annunci LinkedIn?

Se si riesce a sostenere il budget consigliato e si ha un giro d’affari abbastanza solido da creare un ROI (ritorno sugli investimenti) positivo, gli annunci Linkedin possono essere la vera chiave di volta per la tua azienda. Le ADS di Linkedin sono in grado di produrre lead di alta qualità e offrono opzioni di targeting di nicchia molto ampie e complete, rendendole una soluzione ideale per la maggior parte delle aziende che operano nel B2B

Se il budget proposto e il ciclo di vendita più lungo ti sembrano troppo elevati o insostenibili per la tua azienda, potresti considerare altre opzioni invece di investire in Linkedin, come un pay-per-click di Google (PPC) o campagne di retargeting o Facebook. 

Se hai domande o vorresti un parere sulla gestione delle campagne su Linkedin contattaci, saremo felici di aiutarti o di affiancarti nella gestione delle tue campagne.


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)