Linkedin è un'ottima piattaforma dare vita a una strategia lead generation B2B: scopri come tramite la nostra guida

Strategia lead generation Linkedin

Blog / Search Marketing Design

Strategia lead generation Linkedin

Tempo di lettura: 7 minuti

Dare vita ad un’ottima strategia lead generation Linkedin rappresenta un’opportunità irrinunciabile per la tua azienda nel mercato attuale

Infatti secondo recenti statistiche il 45% dei marketers ha già trovato nuovi clienti per la propria realtà lavorativa grazie a Linkedin, piattaforma che in media genera il 300% dei lead in più rispetto a Facebook.

Queste percentuali ci portano essenzialmente a due considerazioni:

  • la rapida crescita di Linkedin è una prova dell’attenzione dei competitor verso questo canale

  • Linkedin, quindi, è ormai diventato un tassello fondamentale di ogni strategia di lead generation B2B

Ma il successo, si sa, non è mai frutto del caso. E limitarsi a una presenza passiva, su questa piattaforma come su tante altre, non porta semplicemente a nessun beneficio tangibile.
Per ottenere risultati di livello, di conseguenza, occorre lavorare duro elaborando una strategia efficace.

Vediamo quindi 10 consigli utili per una strategia lead generation Linkedin strutturata.

 

1. Come ottimizzare il profilo Linkedin per una strategia lead generation Linkedin
2. Come espandere la rete contatti Linkedin per una campagna lead gen
3. Come raggiungere i decision makers su Linkedin
4. Costruire una rete contatti Linkedin di alta qualità
5. Aumentare la visibilità e i follower del tuo profilo Linkedin
6. Sfruttare il Linkedin marketing funnel per fare lead generation
7. Avviare una campagna Linkedin Ad e aumentare le conversioni
8. Sfruttare i gruppi per trovare la tua nicchia su Linkedin
9. Come dare maggiore visibilità ai tuoi post su Linkedin con l’aiuto dei tuoi colleghi
10. Come usare Linkedin analytics per misurare le prestazioni della tua pagina
Conclusioni

 

1. Come ottimizzare il profilo Linkedin per una strategia lead generation Linkedin

Scoprire come ottimizzare il profilo personale Linkedin è uno dei primi step per creare una strategia lead generation Linkedin efficace.

Essenzialmente, dovrai rendere il tuo profilo facile da trovare per l’algoritmo della piattaforma e piacevole per gli utenti da visitare, con contenuti sempre freschi e interessanti.

Per farlo, dovrai cominciare dall’header della pagina, la parte alta della schermata dove ti suggerisco di inserire:

  • un’immagine di profilo informale e non ingessata, ma al tempo stesso professionale.

  • un titolo chiaro che definisca in poche parole la tua posizione all’interno dell’azienda per cui lavori.

  • un’immagine di copertina accattivante e ad alta risoluzione, che rispecchi essenzialmente il design e i valori della tua azienda.

Segue un’altra sezione fondamentale per il tuo canale: il riepilogo.
Puoi sfruttare quest’area per spiegare, con frasi sintetiche, di cosa ti occupi e quali risultati hai ottenuto. Soprattutto però, evidenzia la tua personalità sottolineando come hai ottenuto questi risultati.
Ricorda inoltre di inserire un buon numero di keyword relative al tuo ambito di lavoro, perchè un riepilogo ottimizzato può risultare decisivo per essere trovati con le ricerche organiche (gratuite) su Linkedin.

Le sezioni “in evidenza” ed “esperienza lavorativa” sono altrettanto fondamentali: è qui che andrai infatti a inserire l’elenco delle tue esperienze lavorative.
Usa in particolare la prima per esaltare i progetti principali a cui hai preso parte e le tue pubblicazioni (come ad esempio) articoli del blog o landing page di successo che hai realizzato.

Infine non dimenticare l’importanza delle referenze, che costituiscono una fondamentale riprova sociale.
Chiedile sempre a clienti e dipendenti offrendole a tua volta in cambio, e scoprirai che non saranno restii a lasciartele.

 

2. Come espandere la rete contatti Linkedin per una campagna lead gen

Dopo aver ottimizzato correttamente il tuo profilo, espandere la rete contatti Linkedin è il passo successivo da intraprendere in una campagna lead gen su Linkedin.

Per farlo dovrai innanzitutto porti alcune domande fondamentali riguardo la tua presenza strategica su Linkedin e i tuoi obiettivi.

In seguito, una volta definiti i tuoi reali obiettivi nell’uso della piattaforma, potrai procedere ad espandere la rete di contatti per la tua lead generation Linkedin.

 

3. Come raggiungere i decision makers su Linkedin

Sapere come raggiungere i decision makers su Linkedin è il primo segreto per avere successo su questa piattaforma.
Per farlo non cercare profili alla cieca, ma anzi comincia a visitare le pagine delle aziende inerenti al tuo business.

Nella sezione “persone” troverai un elenco di tutti i dipendenti registrati su Linkedin: cerca le figure professionali che ti interessano maggiormente e seleziona attentamente i possibili decision makers.
Nel dubbio, dai sempre la precedenza ai profili con collegamenti condivisi (meglio una connessione diretta da parte di un collega che una di secondo grado).

Un altro consiglio importante che mi sento di darti è quello di limitarti a seguire, almeno inizialmente, i profili selezionati anziché richiedere loro subito il collegamento.

Quest’ultima tecnica infatti è troppo aggressiva;  grazie a questa accortezza apparirai invece più discreto agli occhi di un decision makers.

 

4. Costruire una rete contatti Linkedin di alta qualità

Costruire una rete contatti Linkedin di alta qualità è uno step essenziale per qualsiasi campagna di web marketing su questa piattaforma.
Comincia quindi a considerare questo aspetto: recenti ricerche hanno dimostrato che un buyers legge in media 13 contenuti su Linkedin prima di prendere una decisione definitiva.

Generare contenuti di qualità attraverso una content strategy strutturata, di conseguenza, diventa fondamentale per la strategia lead generation Linkedin.
Scrivi sempre di argomenti in target con il tuo business: farlo in modo originale e coinvolgente (ma mai semplicistico) ti permetterà di attirare l’attenzione dei tuoi prospect.

Solo a questo punto sarai pronto a procedere per contattarli, ma per non passare come spammer ricorda sempre di personalizzare ogni messaggio in base al tuo destinatario.

Puoi anche incentivare una risposta positiva offrendo un piccolo benefit (come ad esempio una menzione nel blog o nella newsletter) in cambio della loro collaborazione.

 

5. Aumentare la visibilità e i follower del tuo profilo Linkedin

Per aumentare la visibilità e i follower del tuo profilo Linkedin dovrai innanzitutto tenere in considerazione il funzionamento dell’algoritmo di questa piattaforma.

In particolare, ricorda che un parametro fondamentale per aumentare le visibilità di un profilo è costituito dalla sua frequenza di interazione.

Di conseguenza essere un partecipante attivo alle discussioni, pubblicare commenti e anche solo consigliare un post ti permetterà di aumentare la visibilità del profilo anche nei confronti di persone che ancora non ti seguono.

Pubblicare i tuoi contenuti ed interagire con gli altri utenti, inoltre, risulterà ancora più efficace se lo farai nel timing perfetto.
I momenti ideali per pubblicare qualcosa, ad esempio, sono la mattinata e il primo pomeriggio: gli orari per eccellenza in cui la maggior parte dei professionisti si collega a Linkedin.

Pubblica in queste fasce orarie, e avrai maggiori interazioni. Maggiori interazioni, e l’algoritmo di Linkedin ti considererà utente attivo. E, in quanto tale, aumenterai esponenzialmente la visibilità del profilo.

 

6. Sfruttare il Linkedin marketing funnel per fare lead generation

Sfruttare il Linkedin marketing funnel è un’ottima mossa per fare lead generation.

Linkedin, infatti, ha una caratteristica che lo rende molto più funzionale per il tuo funnel rispetto a Facebook: non limita il numero di reach per i post che puntano a una pagina al di fuori della piattaforma.

Linkedin, di conseguenza, è un canale perfetto per attirare l’attenzione dei prospect e poi portarli sul tuo sito, dove potrai trasformarli in lead tramite un lead magnet.

Nel dare vita a questo processo, però, ricorda che Linkedin è una piattaforma dove i processi di vendita possono occupare dei tempi anche molto lunghi: non provare quindi a usare questa tecnica per vendere troppo aggressivamente prodotti e servizi.

Anche in questo caso infatti verresti percepito come spammer, trasformando la tua strategia lead generation in un fiasco.

 

7. Avviare una campagna Linkedin Ad e aumentare le conversioni 

Avviare una campagna Linkedin Ad e aumentare le conversioni è un’altra ottima idea per far decollare il tuo business su questo canale.
Considera che il 65% dei marketers B2B ha già avviato almeno una campagna a pagamento su Linkedin, e il motivo di tanto successo è presto svelato.

Le campagne Linkedin infatti risultano particolarmente efficaci perchè pensate specificamente per il mondo business.

È infatti possibile targettizzare gli utenti per parametri come settore, posizione lavorativa e tipologia di azienda.
Inoltre, come suggerimento extra tieni conto che il formato video si dimostra particolarmente efficace generando ottimi tassi di conversione per le Ad su Linkedin, aspetto che ti aiuterà a dare un boost alla tua lead generation Linkedin B2B.

 

8. Sfruttare i gruppi per trovare la tua nicchia su Linkedin 

Sfruttare i gruppi per trovare la tua nicchia su Linkedin è un’altra mossa strategica che ti suggerisco per raccogliere nuovi contatti su questo canale.

Partecipando attivamente alle discussioni sui gruppi, infatti, potrai mostrare tanto agli utenti quanto all’algoritmo di Linkedin di essere un utente attivo della piattaforma, venendo quindi ripagato con una migliorata visibilità.

Ma il vero vantaggio dei gruppi Linkedin risiede nella possibilità di promuovere la tua attività e farti conoscere all’interno di una nicchia ristretta di mercato. Dovrai quindi essere abile nel trovare i gruppi più pertinenti al tuo business e, last but not the least, non dimenticare di tenere d’occhio le regole di pubblicazione del gruppo (per evitare di essere segnalato come spammer).

 

9. Come dare maggiore visibilità ai tuoi post su Linkedin con l’aiuto dei tuoi colleghi

Anche i tuoi colleghi possono rivelarsi un alleato ideale per dare maggiore visibilità ai tuoi post su Linkedin.

Ottenere un elevato numero di reazioni in poco tempo è infatti un parametro vitale per aumentare la visibilità e ricevere una spinta dall’algoritmo. Conseguire questo risultato in maniera del tutto spontanea, però, non è sempre così immediato.

Ecco perchè coinvolgere i tuoi colleghi e chiedere loro una reaction immediata è quindi una strategia eccellente per ottenere da subito un boost per la visibilità dei tuoi post.
Ed una visibilità migliorata è sempre un’ottima mossa per la tua strategia lead generation B2B.

 

10. Come usare Linkedin analytics per misurare le prestazioni della tua pagina

Scoprire come usare Linkedin analytics per misurare le prestazioni della tua pagina è uno dei consigli più importanti che mi sento di darti.

Potrai infatti anche mettere in pratica tutti i punti che ti ho suggerito sopra, ma come farai a sapere quali hanno performato meglio per il tuo caso specifico?
Semplice, usando appunto Linkedin analytics in maniera proficua.

Questa piattaforma, in maniera del tutto analoga al suo corrispettivo Instagram e Facebook, ti permette di osservare da vicino l’andamento dei post, dei lead magnet e più in generale di tutti i tuoi contenuti.
Determinare quali aspetti della tua strategia hanno funzionato e quali no diventa quindi fondamentale per comprendere gli errori e risolverli, portando così la tua  lead generation  B2B verso il perfezionamento.

 

Conclusioni

Linkedin sta vivendo un autentico boom nel B2B.
E il motivo è presto detto: si tratta di una piattaforma che, in maniera molto più chirurgica di altre, ti permette di avvicinarti direttamente ai tuoi lead.

Ma il successo, si sa, non arriva mai dal cielo e limitarsi nel 2021 a una presenza passiva su questa piattaforma potrebbe quasi sicuramente non bastare.
In altre parole, per avere successo hai bisogno di una strategia lead generation forte ed efficace.

Quindi non esitare: tutti i punti che ti ho suggerito sopra ti aiuteranno a bilanciare il tuo profilo e le pagine aziendali, massimizzando la visibilità e dando un boost alla tua strategia su Linkedin!

 

 


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)