SERVIZI SEO PER AZIENDE B2B CHE VOGLIONO FARSI TROVARE DA NUOVI CLIENTI
71139933_10162446735895220_4732327560963162112_n

Metalmeccanica e Digital: binomio possibile al Lambrate Digital Lab

Search Marketing Design

Metalmeccanica e Digital: binomio possibile al Lambrate Digital Lab

Tempo di lettura: 3 minuti

È stato un incontro improntato alla concretezza quello di lunedì 30 settembre al Lambrate Digital Lab, lo spazio di formazione organizzato da Cdweb. Insieme ad Anna Ponticiello, Marketing Advisor di grande esperienza, Pietro Marilli, Ceo di Cdweb, Anna Iaciancio, SEO/SEM Specialist di Cdweb e Riccardo Arlati , Sales Manager Wolters Kluver, abbiamo provato a comprende meglio come una buona strategia Digital può portare al successo anche le aziende metalmeccaniche, settore tradizionalmente meno incline di altri alla digitalizzazione ma che negli anni ha anche visto nascere numerosi casi di successo sia tra le grandi aziende che tra le PMI, spesso piccole e medie imprese che rappresentano un’eccellenza italiana nel mondo.

Nel corso della serata, Riccardo Arlati ha condiviso la sua esperienza: “È importante essere dinamici, testare la propria strategia dapprima con piccoli investimenti, verificare sempre il ritorno sull’investimento (ROI) e poi proseguire con gli step successivi. Inoltre, è fondamentale confrontarsi con chi opera quotidianamente in ambito digital, con gli esperti del settore”. Un elemento, questo, che spesso rappresenta uno scoglio da superare in un settore come quello della metalmeccanica in cui gioca un ruolo importantissimo la competenza interna all’azienda e le conoscenze tecniche sul prodotto. Anche per questo motivo, infatti, molte aziende metalmeccaniche faticano ad esternalizzare le attività digital, ma allo stesso tempo stentano a trovare le giuste risorse interne, in grado di occuparsi del loro marketing digitale.

Come si supera questo scoglio? Con uno sforzo da entrambe le parti per comunicare in modo quanto più chiaro possibile e senza tecnicismi e con una formazione reciproca costante che è la vera chiave del successo.

Ma la formazione tecnica sul prodotto non è l’unico ostacolo verso l’attuazione di una buona strategia digital: “Posso dire per esperienza che il marketing in questo settore viene ancora visto in molte realtà come qualcosa di fumoso, poco chiaro e di cui si fatica a comprendere dinamiche, linguaggi e a volte anche utilità” – ha spiegato Pietro Marilli – “Per questo è necessario ottenere in tempi rapidi i primi risultati concreti: lead, cioè contatti di potenziali clienti, e non vanity metrics come le visite al sito o il numero di like sui social. In questo modo il reparto commerciale e la proprietà possono verificare la bontà delle azioni digital ed essere stimolati a proseguire con una solida strategia”.

Ma per essere in grado diportare lead di qualità in tempi rapidi non si può prescindere da un attento studio del target, come ha spiegato Anna Ponticiello, e da una formazione continua a reciproca in cui il cliente prepara il consulente digital sui temi più tecnici e di prodotto e al contempo il consulente spiega l’importanza delle azioni che si compiono online e come misurarle correttamente. È proprio questa sinergia la chiave per il successo, come hanno spiegato Anna Iaciancio e Pietro Marilli, che nel corso del workshop hanno anche raccontato nei dettagli le case history legate a due clienti di Cdweb, Faca e Boldrocchi TE.

Infine, nell’era dei social è importante non trascurare il social B2B per eccellenza: LinkedIn. Anche in questo caso un attento studio delle buyer personas è la base da cui partire per elaborare una corretta strategia social. Partendo da questo attento studio, è possibile individuare alcuni passi che è importante compiere per rendere LinkedIn sempre più uno strumento di inbound marketing e lead generation. Ecco quali sono:

  1. Curare la pagina aziendale
  2. Curare i profili LinkedIn delle figure principali in azienda

La sola pagina aziendale infatti non basta, e spesso è molto meno seguita rispetto ai profili delle figure di riferimento in azienda.

  1. Individuare uno o più profili di persone in azienda che possano dedicarsi a fare da brand ambassador e a fare scouting per trovare profili di potenziali clienti e includerli nella propria rete di contatti, creando un network.
  2. Creare un buon piano editoriale e fare lead nurturing, nutrendo la propria rete di contatti con contenuti di valore pensati per soddisfare i bisogni del proprio target

Questi quattro semplici passi possono richiedere, soprattutto all’inizio, una buona dose di tempo e disponibilità da parte di chi scegliere di svolgere il ruolo di brand ambassador per la propria azienda, ma certamente possono portare benefici tangibili sia al brand che ai singoli profili, qualificandoli come punti di riferimento nel proprio settore.

La sintesi della giornata è stata affidata ad Anna Ponticiello, che riassume i concetti espressi con poche semplici idee: concretezza, comunicazione chiara e trasparente, capacità di ascoltare e di comprendere i bisogni del proprio target sono le carte vincenti di una strategia digital e di una collaborazione tra web agency e azienda metalmeccanica.

Digital e metalmeccanica insomma costituiscono non solo un binomio possibile, ma un’accoppiata necessaria, nel mondo di oggi, per restare al passo con i tempi, espandere il proprio mercato e approfittare delle opportunità che la rete mette a disposizione delle aziende.


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)