SERVIZI SEO PER AZIENDE B2B CHE VOGLIONO FARSI TROVARE DA NUOVI CLIENTI

Google Search Plus Your World, SERP personalizzate e ripercussioni SEO

Non categorizzato

Google Search Plus Your World, SERP personalizzate e ripercussioni SEO

Tempo di lettura: 3 minuti

Se Google è il motore di ricerca n°1 al mondo, un motivo ci sarà: nonostante i numerosi servizi collaterali (dalle campagne Google Adwords fino a Google Offers) non ha mai smesso di migliorarsi nella sua funzione primaria, implementando il proprio algoritmo per fornire all’utente risultati più pertinenti possibile a quanto cercato e sempre più personalizzati.

Search Plus Your World
è l’ennesimo step in questa direzione, lanciato oramai da mesi per le ricerche in lingua inglese su Google.com. Di cosa si tratta?
Un utente con account Google+, una volta loggato, quando andrà ad effettuare ricerche su Google si vedrà restituire risultati provenienti non solo dal web come di consueto, ma anche pescati direttamente dal proprio profilo o da quelli di amici inseriti nelle proprie cerchie. Non più le migliori serp in assoluto, ma le migliori serp per lui.

Con un esempio questa innovazione sarà subito più chiara.
Amit Singhal, dipendente Google che ha introdotto questa innovazione sul blog di Mountain View (qui il link), ha cercato la parola chikoo che è sia un frutto esotico, che il nome del suo cane.

1

Il motore di ricerca restituirsce 50 risultati personali e 419.000 altri risultati: in sostanza, Google offre ad Amit Singhal contenuti dalla rete (ad esempio, la definizione del frutto su wikipedia) e contenuti condivisi sul suo profilo Google+ o di utenti a lui connessi, come foto del suo cane pubblicate da lui stesso o dalla moglie.
Google cerca, attraverso il tuo mondo: e per averne certezza, ti basterà notare che l’iconcina con la persona è evidenziata.

1
Se preferiste visualizzare solo i risultati dal web, senza contaminazioni social, basterà cliccare l’iconcina con il mondo.
Inoltre, Search Plus Your World:
– se state cercando una persona su Google, vi suggerirà per prime persone omonime dalle vostre cerchie e profili di personaggi influenti sul social network;

Quando Amit Singhal ha iniziato a digitare Ben… è comparso come primo risultato suggerito l’amico Ben Smith.

2

– se state cercando un argomento su Google, vi suggerirà profili e pagine Google+ rilevanti e pertinenti con l’argomento cercato, in modo tale da poterli seguire con un click ed espandere le proprie cerchie.

Quando Amit Singhal cerca “musica” sulla destra Google suggerisce profili Google+ di persone con profili che discutono spesso di questo argomento, molto seguito dagli utenti del social network.

3

Che cosa comporta questa evoluzione social della ricerca? Che ripercussioni comporta sul SEO?

Come primo punto, c’é da specificare che ricerche e risultati restituiti Plus Your World sono criptati, protetti dal protocollo SSL; se da una parte questo è cosa buona per gli utenti, che saranno i soli a visualizzare i contenuti che li riguardano nel massimo rispetto della privacy, d’altro canto i dati relativi alle loro ricerche non potranno essere captati da programmi come analytics, sfuggendo quindi alle statistiche molto importanti per chi opera nel settore.

Inoltre (come spiegato prima) è vero che si può passare dai risultati social a quelli consueti della ricerca globale cliccando sulle iconcine, ma di default per gli utenti loggati Google restituisce i dati personalizzati; non tutti lo sanno o ci fanno caso, e dunque continueranno a navigare in questa modalità che “falsa” le serp, lasciando meno spazio ai risultati naturali del web, penalizzandoli un poco.

Se state indicizzando un sito dunque e non vorreste rimanere esclusi dalle SERP Plus Your World degli utenti, dovrete non solo continuare a lavorare per ottenere un buon posizionamento naturale, ma operare anche sul fronte social: aprire un profilo Google+ ed essere attivi sul social network, condividendo spesso contenuti, diventa ora più imprescindibile che mai.


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)