istock_000015720408xsmall

Come trovare nuovi clienti all’estero per aziende B2B

Blog / Search Marketing Design

Come trovare nuovi clienti all’estero per aziende B2B

Tempo di lettura: 5 minuti

Se hai la possibilità di vendere i tuoi prodotti o servizi oltre i confini nazionali, puoi iniziare a trovare nuovi clienti all’estero tramite la nostra agenzia SEO a Bergamo e provincia.

Tuttavia, saper vendere all’estero non è per nulla facile: molte aziende sono tutt’oggi spaventate da questa sfida non sapendo né a quali mercati rivolgersi, né come trovare nuovi clienti e con quali strumenti farlo.

Ecco una guida di 5 punti per scoprire come incrementare il tuo business trovando nuovi clienti all’estero tramite il web marketing B2B:

1. TROVARE NUOVI CLIENTI ALL’ESTERO PER LE AZIENDE B2B: SCOPRI LA TUA NICCHIA CON GOOGLE MARKET FINDER
2. SEO MULTILINGUA: COME OTTIMIZZARE IL SITO PER LA VENDITA ALL’ESTERO
3. CAMPAGNE PPC MULTILINGUA ED ASPETTI BUROCRATICI DEL DIGITAL MARKETING EXPORT
4. VENDERE CON LINKEDIN NEL MERCATO B2B ALL’ESTERO: LINKEDIN ADS
5. TROVARE DISTRIBUTORI E PARTNER ALL’ESTERO CON IL DIGITAL MARKETING B2B
6. COME TROVARE NUOVI CLIENTI SU FACEBOOK: LEAD GENERATION ALL’ESTERO
CONCLUSIONI

 

1. Trovare nuovi clienti all’estero per le aziende B2B: scopri la tua nicchia con Google Market Finder

Per trovare nuovi clienti all’estero occorre partire dalle basi, ed è per questo che la prima domanda che dovrai porti è quale paese scegliere.

Google Market Finder è un utilissimo tool che ti permette di scoprire in quali nazioni i tuoi prodotti o servizi sono maggiormente desiderati, facendo stime di vendita basate sui volumi di ricerca delle parole chiave.

In questo modo potrai trovare mercati interessanti per il tuo business, ma il mio consiglio è di non farsi prendere eccessivamente dai dati e di rimanere ancorati alla propria realtà aziendale: trova la tua nicchia e vendi dove ha senso farlo.

Ovvero, punta solo sui tuoi prodotti più forti e non su tutto il catalogo, investi su nazioni dove la tua offerta potrebbe risultare interessante e non seguire la massa verso i mercati più forti, ma anche più saturi e quindi competitivi.

Per usare al meglio Google Market Finder, ricorda di scegliere sempre keyword attinenti al tuo settore e di non dimenticare che quelle offerte da Google sono solo stime di vendita a cui dovranno seguire ricerche più approfondite.

Scopri dove esportare all'estero nel B2B con google market finder
2. SEO multilingua: come ottimizzare il sito per la vendita all’estero

Essere in prima pagina sui motori di ricerca aumenta esponenzialmente le vendite e migliora anche la percezione del brand: ecco perché come secondo step non potrai rinunciare ad una corretta ottimizzazione SEO multilingua.

Gestire un progetto SEO multilingua non è un’impresa facile, perché comporta la capacità di risolvere problematiche differenti quali:

  • Differenze linguistiche e comprensione dei mercati B2B all’estero
    Padroneggiare le differenze linguistiche tra inglese britannico e americano, ad esempio, significa comprendere con esattezza le specifiche parole chiave usate dagli utenti sul web: un aspetto fondamentale per la SEO, che garantisce al tempo stesso una migliore comprensione dei mercati locali.
  • Analisi dei competitor B2B
    Un altro punto fondamentale per la SEO multilingua è la capacità di studiare i contenuti dei competitor e di estrapolarne la strategia web.
    Con un buon occhio marketing, infatti, è possibile capire quali contenuti funzionano in un determinato mercato e quali meno, risparmiando così tempo e denaro in soluzioni non performanti.
  • B2B SEO all’estero: le competenze tecniche
    Per realizzare un buon sito SEO multilingua occorre anche padroneggiare una serie di aspetti tecnici per l’indicizzazione sui motori di ricerca all’estero.
    Ad esempio possedere un dominio nazionale (.uk, .de etc..), ospitare il sito su un server dello stesso paese ed ottimizzarlo per i motori più usati (Yandex in Russia, Baidoo in Cina etc.) aumenterà esponenzialmente le tue performance lato SEO.

le campagne PPC permettono di aumentare le vendite all'estero nel B2B


3. Campagne PPC multilingua ed aspetti burocratici del digital marketing export

Complementari all’azione della SEO, le Campagne PPC multilingua ti permetteranno di dare un boost alla lead generation generando contatti utili per la vendita.
Se ben ottimizzate, infatti, queste campagne possono produrre risultati importanti in termini di ROI (Return of Investment).

Per ottenere i risultati migliori, tuttavia, dovrai intervenire a tappeto con campagne su più piattaforme, come:

  • Campagne su rete search
    Le campagne su rete search ti permetteranno di apparire come annuncio testuale tra i risultati di ricerca. Grazie alle opzioni di geolocalizzazione, potrai quindi apparire nei paesi desiderati usando le opportune parole chiave.
  • Campagne su rete display
    Con queste campagne le tue inserzioni appariranno invece all’interno di una serie di siti partner che accettano la pubblicità di Google, ed essendo anch’esse geolocalizzabili ti permetteranno di apparire nei paesi e nelle città target della tua strategia.
  • Campagne per dispositivi mobili
    Per alcuni tipi di prodotti o servizi, la scelta di un annuncio dedicato ai dispositivi mobili può essere determinante per aumentare le vendite. Grazie alla personalizzazione dell’annuncio in base al dispositivo, quindi, potrai intercettare potenziali clienti che fanno largo uso della navigazione su smartphone in determinate aree geografiche, incrementando così le vendite per quel tipo di utenti.

Quando ti troverai a dover effettuare vendite all’estero, infine, ricorda di fare attenzione agli aspetti legali e burocratici.
Vendere all’estero infatti significa fare i conti con un sistema economico diverso dal nostro dove leggi, tasse, politiche di prezzo e modalità di spedizione osservano regole alternative, pertanto affidati alle associazioni di categoria per risolvere i problemi burocratici e ad una rete di distribuzione affidabile per tutte le questioni di ordine pratico.

aumenta le vendite all'estero con campagne PPC google ads
4. Vendere con LinkedIn nel mercato B2B all’estero: LinkedInADS

Se vuoi conquistare i mercati esteri, non puoi ignorare l’importanza di Linkedin.
Questo canale è infatti la piazza ideale dove allargare la propria rete di contatti e di vendita, permettendo una targetizzazione e profilazione molto avanzata degli utenti grazie alle informazioni professionali presenti al suo interno.

Inoltre, negli anni Linkedin si è affermato sempre più anche per quanto riguarda la brand awareness: avere una pagina aziendale attiva e curata donerà prestigio alla tua immagine, aumentando la considerazione dei potenziali clienti anche nelle aree geografiche dove la tua realtà è meno nota.

La SEO multilingua permette di promuovere la propria impresa nel B2B
5. Trovare distributori e partner all’estero con il digital marketing B2B

Quando si tratta di vendere all’estero, distributori e partner ricoprono un ruolo spesso fondamentale.

Per questo è importante che nel sito web ci siano dei messaggi rivolti esclusivamente a loro e ai benefici che potrebbero avere nel distribuire i tuoi prodotti.

6. Come trovare nuovi clienti su Facebook: lead generation all’estero

Come trovare nuovi clienti su Facebook? Prima di tutto, occorre ricordare che anche questo canale può risultare decisivo per incrementare la lead generation.

Spesso infatti Facebook viene ignorato o messo in secondo piano rispetto, per esempio a Linkedin. Ma è anche qui che possiamo incontrare manager e dirigenti di azienda.

Il primo consiglio che mi sento di darvi è di fare affidamento al formato video: i manager tendono a fidarsi dei volti e delle persone, ed è per questo che il formato video per Facebook Ads ha tassi di conversion rate elevati.

Per migliorare l’efficienza della campagne Facebook Ads su determinate aree geografiche, potresti attivare le opzioni di geolocalizzazione. Queste funzionalità ti consentiranno di mirare con estrema precisione il tuo target di riferimento, evitando una dispersione del budget su aree troppo generiche.

Infine, un altro consiglio prezioso che mi sento di dare è di non ignorare l’importanza di un buon calendario editoriale. Dopo aver “catturato” un lead tramite una campagna Facebook Ads, infatti è necessario continuare a mantenere la soglia della sua attenzione alta attraverso contenuti ad hoc appositamente studiati per la sua fascia di utenti.

Agendo all’interno di un piano strutturato, quindi, anche Facebook diventerà un ottimo canale per trovare nuovi clienti all’estero.

Conclusioni

Vendere all’estero non è facile: le competenze di web marketing necessarie sono diverse e il rischio di perdere tempo e denaro in iniziative poco efficaci è concreto.

Al tempo stesso, però, aprire il proprio business a nuovi mercati grazie all’online rappresenta una possibilità per incrementare il tuo giro d’affari, dando vita così a una crescita decisa per la tua impresa.

 

 


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)