SERVIZI SEO PER AZIENDE B2B CHE VOGLIONO FARSI TROVARE DA NUOVI CLIENTI
white-clock-reading-at-2-12-1537268

Sai quando è il momento di aggiornare il tuo sito web? Ecco come capirlo

Search Marketing Design

Sai quando è il momento di aggiornare il tuo sito web? Ecco come capirlo

Tempo di lettura: 3 minuti

Hai creato il tuo nuovo sito, curato la grafica, i testi e pochi mesi dopo… ti viene proposto un nuovo aggiornamento, oppure tu stesso ti accorgi che alcuni elementi potrebbero essere migliorati. Ma quando è davvero il caso di pensare a un aggiornamento del sito web?

La risposta più semplice alla domanda “Quanto spesso devo aggiornare il mio sito web?” è “Ogni volta che serve”: piccole modifiche e aggiustamenti potrebbero essere necessari anche ogni giorno, mentre un restyling completo di contenuti e grafica potrebbe rendersi necessario solo ogni due o tre anni.

Prima di tutto, occorre tenere a mente che la tecnologia si evolve molto velocemente. Google aggiorna continuamente i suoi algoritmi per migliorare i risultati di ricerca e ciò che veniva considerato un sito web innovativo due anni fa oggi potrebbe apparire come qualcosa di datato.

Cambiano le tecnologie, gli algoritmi, ma anche gli obiettivi di business e i trend di design: tutto questo non può non avere un impatto sulla frequenza di aggiornamento di un sito web.

Se sei ancora in dubbio, e non sai se è giunto il momento di aggiornare il tuo sito, ecco 5 segnali che indicano inequivocabilmente che è il momento di pensare a un restyling.

  1. Il tuo brand si è evoluto (o quello della concorrenza)

Se il tuo brand è recentemente stato oggetto di restyling o se la tua offerta di prodotti e servizi si è modificata nel tempo, il tuo sito deve riflettere questi cambiamenti in tempo reale. In caso contrario, rischi di vanificare gran parte dei tuoi sforzi e di non raggiungere gli obiettivi che progettavi di raggiungere proprio grazie a quei cambiamenti. Idem se si vede che la concorrenza ha fatto un passo in avanti ed è necessario intervenire per rimanere al passo e non perdere clienti.

  1. Non stai ottenendo abbastanza traffico sul sito web (e ottieni pochi contatti commerciali)

Se il tuo attuale sito è debole dal punto di vista della SEO, o se è passato del tempo dall’ultima volta in cui hai analizzato la tua posizione in SERP per le tue keyword di riferimento, è giunto il momento di dedicare le dovute attenzioni al tuo sito. Proprio come la grafica e i contenuti, la SEO non è una operazione che si compie una sola volta per poi dimenticarsene ma anzi richiede una attenzione costante e continui aggiornamenti in base agli algoritmi. Identificare e approfittare per tempo delle opportunità SEO può essere una vera chiave di volta per il tuo business, ma richieste attenzione costante e aggiornamenti frequenti. Idem se si vede che i contatti commerciali stanno diminuendo, può essere che bisogna intervenire in termini di CRO (Conversion Rate Optimization) inserendo le giuste call to action.

  1. Il sito non è ottimizzato per la visualizzazione su Mobile

In un mondo che ormai avanza al grido di “Mobile First” (Prima il Mobile), è assolutamente imprescindibile che la visualizzazione del sito da dispositivi come smartphone e tablet sia impeccabile. Nel 2018, secondo recenti statistiche, il 52,2% del traffico web  è stato generato dal traffico proveniente da smartphone. Se il tuo sito non è semplice da usare, intuitivo e accattivante per gli utenti mobile, questo è un chiaro segnale che un restyling è ormai urgente (una maniera per scoprirlo è anche quella di usare dei tool di “visitor recording” che filmano il comportamento degli utenti sul sito, ne abbiamo parlato in questo articolo)

  1. Informazioni mancanti

Quando un utente atterra sul tuo sito, dovrebbe trovare subito e in modo chiaro tutte le informazioni di cui ha bisogno e molto altro ancora. Il tuo sito, in altre parole, dovrebbe essere una vera e propria risorsa per il tuo business, accompagnando gli utenti che si trovano in ciascuna delle fasi della Buyer’s Journey (il percorso di acquisto del cliente). Se il tuo sito attuale non mette subito in evidenza tutte gli elementi utili per i tuoi clienti, se è di difficile navigazione o se hai ricevuto più volte email di potenziali clienti confusi o alla ricerca di informazioni che non hanno trovato navigando sul web, è giunto il momento di programmare un aggiornamento urgente.

  1. Il tuo sito attuale non ti entusiasma

Dovresti essere il primo fan del tuo sito web. Se non è così, se quando ti chiedono l’indirizzo del tuo sito hai un attimo di esitazione o se devi fare premesse come “stiamo pensando di aggiornarlo”, “considera che è un sito che ha molti anni” o ancora “potresti non trovare lì questa informazione” (vedi il punto 4), allora è certamente giunto il momento di programmare un aggiornamento del sito.

In conclusione, si può dire che un sito web non sia mai del tutto completato: si evolve in continuazione e cresce di pari passo con il tuo brand. Ecco perché occorre tenerlo aggiornato con costanza.


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)