SERVIZI SEO PER AZIENDE B2B CHE VOGLIONO FARSI TROVARE DA NUOVI CLIENTI

Google Ventures, cos’é e come può essere utile per il SEO

Non categorizzato

Google Ventures, cos’é e come può essere utile per il SEO

Tempo di lettura: 2 minuti

Google avrà anche chiuso i suoi Labs, ma non ha mai smesso di investire tempo – e denaro – in innovazione e nuove tecnologie: Ventures ne é l’ennesimo esempio. Mai sentito nominare?
Se vi state chiedendo che cos’é Google Ventures, vi basti sapere che viene definito “the venture capital investment arm” del colosso di Mountain View: in altri termini il motore di ricerca più famoso al mondo è ora anche finanziatore di una varietà di Start-up, attive soprattutto nel settore Internet Technologies & Software, ma non solo (anche biotecnologie e settore sanitario).

Detto questo, tornando al nostro argomento: perchè può essere utile nelle indicizzazioni? In che modo?
Uno degli strumenti sfruttati dai SEO per migliorare il posizionamento di un sito è da sempre il link building, strategia sulla quale negli anni addietro non tutti hanno giocato “pulito” e costata poi caro in termini di penalizzazioni di Google a livello di ranking.

Una volta portato a termine il primo step di ogni strategia di link building – ovvero, l’analisi dei link interni ed esterni al sito con tools appositi – e sistemato eventuali link non funzionanti, la domanda che in molti si saranno posti è: come procedere nella giusta direzione, ovvero senza venir meno alle direttive di Google? E chi può indicarci la retta via, meglio delle aziende che Google stesso finanzia?
La vera astuzia è proprio questa: scovare tra le start-up pupille di Google (elencate nel portfolio di Google Ventures) quella più affine all’azienda che stiamo indicizzando, studiarne per bene la struttura del sito, analizzarne nel dettaglio il posizionamento e cogliere utili suggerimenti da sfruttare a nostra volta.

Qualche esempio pratico
– Se state indicizzando un’azienda che si occupa di impianti di riscaldamento, seguite le orme di NEST, start-up appena acquisita da Google ed arrivata in prima pagina con keywords molto competitive come “thermostat”;
– cambiando settore, spostandoci sui portali di affitto case vacanze, il sito HomeAway è primo con “vacation rentals” e se state ottimizzando una piattaforma sul genere conviene studiare nel dettaglio questo caso;
– Altra Venture di Google ben posizionata, è il sito di Le Tote, sito che noleggia abiti ed accessori nei primissimi posti delle serp con “rent apparel”, “rent woman apparel” e tante altre keywords di settore. Un esempio da tenere in considerazione se state cercando di migliorare il posizionamento di un sito affine.


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)