AIUTIAMO AZIENDE CORAGGIOSE A RIPARTIRE ON LINE
Campagne SEO e SEM

SEO e PPC: i vantaggi delle campagne che uniscono SEO e SEM (con case study!)

Blog / Search Marketing Design

SEO e PPC: i vantaggi delle campagne che uniscono SEO e SEM (con case study!)

Tempo di lettura: 2 minuti

Se è vero che “chi fa da sé fa per tre”, non si può negare che spesso “l’unione fa la forza”. Anche quando si parla di campagne marketing B2B.

Purtroppo, capita (e anche molto più spesso di quanto si pensi!) che team SEO e team SEM impegnati su uno stesso progetto non collaborino per niente: sia che si tratti di due differenti partners, ma a volte anche all’interno della stessa agenzia!

I risultati sono ovviamente controproducenti:

  • due strategie che finiscono spesso per mettersi il bastone fra le ruote a vicenda
  • l’aumento dei costi, per esempio perché non si individua assieme qual è il canale migliore per questa o quella keyword
  • la mancata opportunità di imparare dall’altro team

Ecco perchè una strategia seo e sem win-win non può che partire dalla collaborazione: vi illustro di seguito con quali vantaggi.

1. Testare contenuti e customer journey

Una campagna marketing B2B che si rispetti, perlomeno in fase iniziale, non può non tenere conto dei contenuti presenti sul sito web oggetto della strategia.

Infatti, se i messaggi in evidenza non rispecchiano il posizionamento dell’azienda o il funnel del customer journey non è chiaro, si rischia davvero di veder vanificato ogni sforzo: detto in altri termini, magari si è riusciti anche a portare traffico in target, ma poi l’utente interrompe il journey perchè qualcosa va storto.

Che cosa, esattamente?
Per scoprirlo, una campagna PPC può essere un buon modo per testare landing page e funnel: se la pagina di destinazione riceve tanti clic, ma converte poco, sarà necessario agire sul contenuto migliorandone i messaggi con un A/B test (e i benefici si ripercuoteranno anche per le conversioni legate al traffico organico).

2. Individuare le keywords migliori

Un altro vantaggio è relativo alle keywords.
Anche in questo caso, il team SEM può dare una mano a quello SEO: analizzando le campagne a pagamento, emergono infatti quali sono le parole chiave che hanno ricevuto più clic e possono diventare un buon punto di partenza per l’ottimizzazione del sito.

3. Sfruttare la SEO per il remarketing

Anche il team SEO può aiutare i colleghi della SEM: un buon posizionamento può portare tanto traffico organico in target, ma come ben sappiamo non è detto che l’utente medio sia pronto all’acquisto o al contatto diretto.

E’ qui che entrano in gioco le campagne PPC di remarketing: inseguendo l’utente dopo che ha lasciato il sito web, non si rischia di perdere interessanti possibilità di conversione.

4. Sfruttare la SEM… Nel frattempo

Non è un segreto che una buona strategia SEO abbia bisogno di tempo per dare i suoi frutti: posizionarsi per una determinata keyword può significare anche qualche mese di lavoro.

Nel frattempo, possiamo comunque essere visibili per quella data keyword grazie alle campagne a pagamento, iniziando a generare contatti; non solo: una volta raggiunto il posizionamento organico con la keyword che ci interessava, possiamo decidere di spostare il budget su altre keywords a pagamento.

Campagne SEO & SEM: il case study di Reconsulting

Quanto appena detto non è frutto di supposizioni, ma l’abbiamo testato con vari clienti.
Un esempio interessante è quello di Reconsulting, società di consulenza aziendale specializzata in corsi di formazione accreditati dalla Regione Lombardia.

Come è intuibile, la richiesta del cliente è stata quella di aumentare il numero degli iscritti ai corsi di formazione: con la combinazione di SEO & SEM siamo riusciti nell’impresa di aumentare il fatturato del 117% in un anno.

Leggi il case study completo:
Google lead generation per aumentare gli iscritti ai corsi

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)