AIUTIAMO AZIENDE CORAGGIOSE A RIPARTIRE ON LINE
ping pong e lavoro

Il divertimento non è un gioco (di sicuro non è un tavolo da ping pong)

Persone e Idee

Il divertimento non è un gioco (di sicuro non è un tavolo da ping pong)

Tempo di lettura: 4 minuti

La maggior parte della mia vita lavorativa l’ho vissuta da imprenditore. Ma ci sono alcune esperienze “da dipendente” che, ad essere onesto, mi hanno particolarmente aiutato.

Una è stata lavorare come consulente applicativo in una “software house”, o almeno così oggi l’avremmo chiamata. I colleghi erano tutti cordiali, molto gentili ed anche coloro che erano al vertice, diciamo i superiori, erano piuttosto rispettosi del mio lavoro e della mia persona apprezzando i miei sforzi nonostante gli scarsi risultati . Il lavoro era pagato abbastanza bene ed in un certo senso, pur essendo una branch nuova, era un lavoro sicuro in un azienda solida.

Con il passare dei mesi la difficoltà nel raggiungere gli obiettivi stava spegnendo l’entusiasmo mio (che mi aveva portato a studiare la sera e a conoscere tutto dei CRM) e dei miei capi, cominciando a creare un clima di “ricerca delle colpe e dei responsabili”

Quando feci questo discorso ad alta voce rassegnai le dimissioni. Amici e famiglia rimasero sconvolti ma avevo un MOTIVO.

Entusiasmo

La mancanza di entusiasmo, si vedeva in tante altre piccole cose. Nel come i nostri clienti si relazionavano a noi, e noi a loro. Nella determinazione degli obiettivi, nelle giornate di formazione, nel ripetere, più o meno ad alta voce, che il lavoro è una cosa seria.

Entusiasmo, o il famoso clima aziendale del quale oggi si parla con tanta insistenza.
Il fatto insomma se all’errore si reagiva con uno sguardo funesto, con una battuta o con un gelido silenzio.

Non dico che fosse un ambiente ostile ma ho sempre avuto una visione molto romantica del lavoro. Non “tutto rose e fiori” ma positivo anche nei momenti difficili, questo sì.

La cultura aziendale che avrei sempre sognato

Tutto questo però mi ha formato ed ho sempre pensato che se avessi avuto un’azienda l’avrei voluta in un certo modo.

“Un luogo divertente. Non dove ci si racconta le barzellette ma dove si superano i momenti difficili sapendo che una battuta può sdrammatizzare e aiutare a superarli!”

Una volta assunto il primo collaboratore, oggi siamo una decina, ho subito avvertito una grande responsabilità. Fare ancora più attenzione con le decisioni, con gli investimenti, per non mettere a rischio il lavoro dei miei compagni di viaggio, ma soprattutto vivere con entusiasmo questa avventura.
Oggi è ciò che si chiama cultura aziendale ma che continua a sembrare qualcosa di astratto o da libri di management.

In realtà è molto semplice:

  • Avere un obiettivo comune
  • Condividere un grande motivo (che non è semplicisticamente legato al prodotto/servizio)
  • Andare d’accordo e se non succede lavorare per farlo (non sopportarsi…)
  • Divertirsi, divertirsi un sacco

Non siamo Google o Facebook ma…

C’è una frase di Richard Branson che penso sia la strada:

“Sperimenta sul tuo posto di lavoro, diventa creativo, ridi ad alta voce e incoraggia tutti a divertirsi. Non devi essere Zappos, Google, Facebook o Virgin per divertirti (al lavoro). L’umorismo ben posizionato in un ambiente d’ufficio mette gli altri a proprio agio. Aumenta l’energia, incoraggia l’innovazione e migliora indubbiamente la produttività.”

Nonostante, in teoria, siamo tutti convinti che il divertimento sia una cosa buona, in pratica è un pensiero molto astratto e che spesso accettiamo solo in grandi e grandissime realtà.
Pensiamo che sì è una cosa buona ma noi, piccole imprese intendo, abbiamo qualcosa di più concreto al quale fare attenzione.
Ed invece no. Qualsiasi lavoro, aziende di ogni dimensione, non possono funzionare se dentro non vive l’entusiasmo ed il divertimento.

Non può funzionare se ogni errore è visto come L’ERRORE. Non può funzionare se non si mette in conto che gli errori sono umani, che i tempi difficili, gli ostacoli ci saranno, e che tutto questo faccia parte del gioco.

Una delle armi che usiamo spesso, sia tra di noi che con il cliente, è una battuta arguta. Non significa sottovalutare il momento, o il cliente, o il lavoro.
Significa ricordare a tutti che siamo persone, che siamo umani.
Che sbagliano. Ma che hanno sempre avuto la forza di rialzarsi, riprendersi e fare grandi cose.

Che cosa si intende per divertimento?
Un altro punto che ritengo debba essere chiarito è cosa si intenda per divertimento. Penso che molti hanno una visione troppo ludica di questo aspetto.
Vedo ad esempio che sempre più aziende mettono in bella mostra tavolini da ping pong e biliardini. Ma non credo si tratti di questo.

Per divertimento io intendo qualcosa di più vero e di mille volte più importante, qualcosa che non ha mai a che fare con i giochi (con oggetti) ma sempre e solo con le persone.

Penso che il divertimento sia da intendersi come quando sei con il tuo migliore amico e ti diverti da matti ricordando le cavolate fatte insieme. O quando parli con qualcuno delle tue passioni, quando avete una passione in comune e state a parlare per ore…divertendovi.

Penso che il divertimento sia più o meno uguale a quando me ne stavo in cameretta a studiare serp, siti web e come stava nascendo Internet.

Il divertimento forse è semplicemente essere nel posto giusto e nel momento giusto. Con le persone giuste.

P.S.
Poi se si spettegola un pò alla macchina del caffè no problem ;))


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)