AIUTIAMO AZIENDE CORAGGIOSE A RIPARTIRE ON LINE

Rank Google: pagine HTTPS favorite nell’indicizzazione

Non categorizzato

Rank Google: pagine HTTPS favorite nell’indicizzazione

Tempo di lettura: < 1 minuto

L’impegno di Google contro le “insidie del web” è noto a tutti: da anni la sicurezza della navigazione degli utenti è tra gli obiettivi principali del motore di ricerca più conosciuto al mondo; tant’é che servizi come Gmail e Youtube utilizzano connessioni sicure già da molto tempo.
Di recente, dai piani alti di Mountain View è arrivata un’altra conferma di quanto appena detto: le pagine HTTPS saranno favorite nell’indicizzazione, rispetto alle equivalenti http.
La preferenza per i protocolli sicuri rispetto alla navigazione “scoperta” non è cosa nuova, ma Google nel suo ultimo annuncio ha rincarato la dose spiegando che quando troverà due url dello stesso dominio con contenuto simile, l’unica differenza è che uno dei due utilizza una connessione sicura https, quest’ultima pagina verrà preferita alla prima nei risultati restituiti.
Tutto questo a condizione che:

  • non contengano contenuti insicuri
  • questi url non sia bloccati nel crawling dai indicazioni specifiche nel file robots.txt
  • non sia impostato un redict ad una connessione non sicura http
  • non abbia un link rel=”canonical” ad una pagina http
  • non contenga l’indicazione “noindex” per i metatag
  • non deve avere outlinks on-host che puntano a pagine http
  • la sitemap includa l’url https, oppure non includa l’url http
  • il server ha un valido certificato TLS

Proprio il primo punto è il più spigoloso: molti siti contengono immagini, codici incorporati, video ed altro materiale non sempre sicuro.
Per cavalcare l’onda di questa preferenza, tra i SEO Tips di Google c’é quello di impostare un redirect verso la versione “sicura” del sito.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)