AIUTIAMO AZIENDE CORAGGIOSE A RIPARTIRE ON LINE

Google lancia nuovi strumenti per ottimizzare le campagne Shopping Adwords

Non categorizzato

Google lancia nuovi strumenti per ottimizzare le campagne Shopping Adwords

Tempo di lettura: 2 minuti

Natale si avvicina e Google, consapevole del fatto che in questo periodo gli acquisti online crescono a dismisura, ha  qualche “regalo” per i rivenditori che usano la sua rete per vendere i propri prodotti: nuovi strumenti di ottimizzazione per le campagne adwords shopping.
Anche se iniziative come il black friday e cyber monday, sbarcate anche in Italia, hanno generato una gran quantità di traffico e acquisti online pre-natalizi; Google sostiene che: “I dispositivi mobile fanno sì che ogni giorno sia il giorno giusto per fare shopping”.

Ed ecco allora che Google offre ai suoi inserzionisti dei nuovi tool che consentiranno non solo di ottimizzare budget e impostazioni delle campagne in modo più veloce, ma anche di pianificare una particolare strategia pubblicitaria sui dispositivi mobile.

Una delle nuove funzionalità messe a disposizione è lo strumento “gruppi prodotti”. Questa nuova scheda, disponibile sia a livello di account che di campagna, consente ai rivenditori di raggruppare i prodotti in categorie e di vedere le singole performance di ciascuna categoria.

f2

Un’altra funzionalità è il “filtro gruppi prodotti”: consente di controllare le performance dei gruppi prodotti e sistemare le offerte sulla base del rendimento di un intero gruppo.
Un bel risparmio di tempo durante l’alta stagione di vendita al dettaglio per i rivenditori che così non sono costretti a controllare manualmente il rendimento di ciascun prodotto.

Un altro nuovo arrivo fra i tools di google adwords shopping è il simulatore di offerte per dispositivi mobili. Questo di fronte ai cambiamenti delle offerte a livello di campagna fornisce:

    • una stima sui cambiamenti del volume di traffico
    • una stima sul numero di conversioni generate

f1

Nel concreto, questi strumenti possono rivelarsi utili a tutti i commercianti al dettaglio. Per esempio, citando l’esempio fornito da Google stesso, un rivenditore di vestiti può dividere i propri prodotti per categoria e al loro interno può suddividerli per brand.

Sfruttando i nuovi tools il rivenditore può non solo determinare che, per esempio, la categoria giacche ha un rendimento maggiore rispetto alla categoria maglie, ma può stabilire anche quali marchi di giacche convertono di più e ottimizzare la campagna di conseguenza.


Pillole video
 

Come capire se la SEO funziona?

Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca non è immediato e solitamente ci vuole tempo per vedere i primi risultati.

KPI Aziendali: quali KPI di successo monitorare nel Digital Marketing

Definire gli obiettivi della Digital Strategy è fondamentale per misurarne l'efficacia.

Come trovare nuovi clienti B2B online e aumentare le vendite?

Il 70% del customer journey di un utente è digitale e 1 azienda su 2 esegue la maggior parte degli ordini aziendali online.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)