AIUTIAMO AZIENDE CORAGGIOSE A RIPARTIRE ON LINE

Come aumentare il tasso di conversione di una landing page

Non categorizzato

Come aumentare il tasso di conversione di una landing page

Tempo di lettura: 2 minuti

Torniamo a parlare di landing pages, perché nonostante avessimo già indicato come creare una landing page ad alto tasso di conversione, non tutti riescono ad ottenere miglioramenti importanti in termini di contatti. Riprendiamo qua alcuni concetti da quest’interessante articolo (in lingua inglese) .

1
Da una recente indagine, emerge infatti che solo il 13% di chi lavora nel campo del marketing reputa di successo le landing pages che ha realizzato; i restanti parlano invece di una mancanza di strategia generale, unitamente alla scarsa conoscenza dei criteri più indicati per ottimizzare una landing page.

Eccovi allora una sorta di vademecum che vi consentirà di aumentare il tasso di conversione di una landing page.

2 Parlando innanzitutto del layout, ci sono alcune cose che non possono proprio passare in secondo piano:
lo sconto / il vantaggio per il potenziale cliente deve essere ben messo in evidenza;
il form di contatto deve essere posizionato in un punto ben visibile (non a fondo pagina, per intenderci) e non deve richiedere la compilazione di troppi campi (sono sufficienti nome e cognome, contatto telefonico e/o e-mail);
– a chiusura del form deve essere presente la CALL TO ACTION: il bottone deve essere anch’esso ben visibile, di medie dimensioni e di un colore che lo metta bene in risalto. Per la scelta del testo del bottone, può esservi utile l’articolo “esempi di call to action per aumentare le conversioni“.
Le call to action sono fondamentali, nonché l’errore più comune che porta una landing al fallimento: il 70% delle piccole aziende addirittura non ha una CTA sulla propria landing.

Passando al testo della landing page, bisogna:
– accertarsi che il linguaggio utilizzato sia conforme al target di interesse;
– utilizzare un linguaggio accattivante, soprattutto per la call to action che deve spingere all’azione (click);
– ancora meglio se nel testo si possono utilizzare testimonial, fatti e statistiche che valorizzano quello che stiamo offrendo;
– puntare sull’essenzialità: poco testo, ma mirato; evitate papiri che non leggerà nessuno, perché scoraggianti;

Infine, l’uso delle immagini:
– utilizzate una varietà di immagini, sia in termine di soggetto che di dimensione;
– l’immagine deve essere in linea con il servizio/prodotto che state offrendo, andando così a sostenere e completare in questo senso il testo.

Se può esservi d’aiuto, consultate alcuni esempi delle migliori landing pages.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)