AIUTIAMO AZIENDE CORAGGIOSE A RIPARTIRE ON LINE

E-commerce tips:5 consigli di Google per aumentare le vendite del tuo negozio on line

Non categorizzato

E-commerce tips:5 consigli di Google per aumentare le vendite del tuo negozio on line

Tempo di lettura: 3 minuti

Il sorpasso non è ancora avvenuto, ma poco ci manca: la percentuale di popolazione che acquista abitualmente online invece che recarsi di persona al punto vendita è in continuo aumento.
Il fenomeno interessa tutti i settori del commercio, con picchi in alcune direzioni (ad esempio: il turismo): dunque, se sei a capo di un’attività commerciale non è solo una buona idea, ma è indispensabile aprire un e-commerce per non lasciarsi sfuggire potenziali clienti online.

Hai aperto il tuo negozio virtuale, seguito tutti i consigli su come ottimizzare un sito e-commerce, ma i risultati sono ancora deludenti? Non disperare: esistono diverse strategie per aumentare le conversioni del tuo e-commerce e alcuni consigli arrivano niente meno che da Google.

L’azienda di Mountain View ha divulgato una ricerca, svolta in collaborazione con Compete, focalizzata sugli acquisti online nel settore abbigliamento, dal quale però è possibile trarre consigli universalmente validi.

 

1. Il potenziale cliente online sa cosa cerca (ad esempio: un vestito nero), ma non ha ancora deciso per quale negozio/marca optare: sta dunque a voi catturare la sua attenzione per farlo acquistare nel vostro negozio;

google12. A sostegno di quanto appena detto, la maggior parte degli utenti visita dai 2 ai 4 siti in media prima di effettuare l’acquisto su uno di questi: anche qui, dovrete battere la concorrenza invogliando all’acquisto sulla vostra piattaforma (tips: bottoni call to action)

google2

3. la scelta della parole chiave per l’indicizzazione del vostro sito/schede prodotto è fondamentale: su 10 visite, 9 utenti sono giunti al sito di e-commerce partendo dai motori di ricerca;

google3

4. Quanto appena detto viene confermato da un altro dato: la maggior parte dei percorsi che terminano con l’acquisto (si parla del 73%) iniziano proprio dalla ricerca di un termine di categoria;

google4
5.
E qui entra in gioco Adwords: la posizione (del proprio annuncio) conta; come è intuibile, la top position premia: un annuncio in cima è 35 volte più efficace nel traghettare nuovi clienti verso il proprio sito di un annuncio in posizione bassa. Non solo, la top position batte anche gli annunci che compaiono sulla destra delle serp (10 volte più incisivo).
Secondo Google bisognerebbe dunque puntare alla posizione top per ottenere il miglior numero di contatti possibile.

google5

Per visionare la ricerca completa, clicca qui.

Ti piace quello che hai letto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, risorse gratuite e gli inviti ai nostri eventi!


(Puoi disiscriverti in qualsiasi momento)